Il laboratorio, centro di formazione e produzione artistica sul teatro nei processi di interazione sociale, è nato nel 2006 in collaborazione con la Provincia di Arezzo e sostenuto dalle progettazioni della Regione Toscana dal 2009 e, negli anni, da vari enti e strutture (ASL, Comune di Arezzo, Conferenza dei Sindaci Valdarno, Banca del Valdarno, ecc.). Un percorso di 120 ore con sede e collocazione progettuale presso il Teatro Comunale di Bucine. Coinvolge, accanto ad allievi e giovani attori, utenti di centri socio-riabilitativi, con l’obiettivo di una qualificazione della formazione e dell’esperienza del linguaggio teatrale oltre gli aspetti strettamente terapeutici interni alla struttura dei centri socio-riabilitativi. L’esperienza artistica si sviluppa nella dimensione della performance multidisciplinare, che pur privilegiando il linguaggio teatrale, attraversa generi e linguaggi integrati quali la danza e la musica. Abbiamo trovato nella interazione fra i linguaggi della scena una importante linea di riferimento che favorisce l’accesso a più forme  espressive che favoriscono una maggiore integrazione fra le varie attorialità. Promuove, all’interno del percorso, appuntamenti annuali con maestri della scena.

Il laboratorio è base di studio drammaturgico su contenuti e poetiche  per le progettazioni della compagnia. La specifica azione di integrazione rivolta ad allievi diversamente abili produce, contestualmente, il valore della sperimentazione di linguaggi nati da nuove modalità relazionali sulla scena che generano un inedito e innovativo linguaggio teatrale.

ULTIMI SPETTACOLI – le locandine sono dell’evento di metà anno per lo spettacolo alla Ginestra di Montevarchi

DIARIO DI UN MUSICOTERAPEUTA (2017-2018)

ALMA TEMPORE (2016-2017)

IL SACRO MALE (2015-2016)

IL SILENZIO DI TANTE VOCI (2014-2015)

AUTORITRATTO (2013-2014)

TRA BALLO E RACCONTO (2012-2013)