L’IMPORTANZA DELLA TESTIMONIANZA E DELLA MEMORIA

DIESIS TEATRANGO e DIMA partecipano alle commemorazioni per l’eccidio di San Pancrazio (Bucine-AR) del 29/06/1944.

Prendono parte alle letture Marzia Franci e Libera Donzellini, in particolare coinvolgere una bambina vuol significare, nell’idea di DIESIS TEATRANGO, la necessità di affidare fin da subito la memoria degli eventi più drammatici che hanno caratterizzato la vita dei nostri luoghi ai più giovani,perché possano essere testimoni nel futuro e nei nuovi periodi bui della civiltà.

È nella natura delle cose che ogni azione umana che abbia fatto una volta la sua comparsa nella storia del mondo possa ripetersi anche quando non appartiene a un lontano passato. Nessuna pena ha mai avuto il potere di impedire che si commettano crimini. Al contrario, quale che sia la pena, quando un reato è stato commesso una volta, la sua ripetizione è più probabile di quanto non fosse la sua prima apparizione. Se il genocidio può ripetersi in futuro, nessun popolo della Terra dovrebbe sentirsi sicuro di poter continuare a vivere, senza l’aiuto e la protezione della legge internazionale. Hannah Arendt – La banalità del male

Un sentito grazie alla musicista Sofia Tucci ha accompagnato magistralmente le letture