Bucine inclusione sociale Uncategorized

ESSERCI – per costruire una comunità della cura

𝗚𝗜𝗢𝗩𝗘𝗗𝗜̀ 𝟮𝟲 𝗠𝗔𝗚𝗚𝗜𝗢 alle 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟴 presso 𝗶𝗹 𝗧𝗲𝗮𝘁𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝗕𝘂𝗰𝗶𝗻𝗲.

“Esserci” è un progetto realizzato dal Comune di Bucine con il finanziamento di Regione Toscana e dell’Autorità Regionale per la Garanzia e la Promozione della Partecipazione.

L’obiettivo del progetto 𝐸𝑠𝑠𝑒𝑟𝑐𝑖 è l’attivazione di una comunità locale che, a partire dai giovani, promuova una diffusione di nuove culture e pratiche della cura.

𝗜𝗡𝗖𝗢𝗡𝗧𝗥𝗜𝗔𝗠𝗢𝗖𝗜 𝗣𝗘𝗥 𝗖𝗢𝗡𝗗𝗜𝗩𝗜𝗗𝗘𝗥𝗘 𝗜 𝗖𝗢𝗡𝗧𝗘𝗡𝗨𝗧𝗜 𝗣𝗥𝗢𝗗𝗢𝗧𝗧𝗜 𝗘 𝗗𝗘𝗙𝗜𝗡𝗜𝗥𝗘 𝗜 𝗣𝗥𝗢𝗦𝗦𝗜𝗠𝗜 𝗣𝗔𝗦𝗦𝗜 𝗗𝗔 𝗙𝗔𝗥𝗘 𝗜𝗡𝗦𝗜𝗘𝗠𝗘

🔸Cosa vuol dire prendersi cura di chi vive intorno a noi❓

🔸Chi ha bisogno di aiuto nel nostro territorio e chi è in grado di darglielo❓

🔸Cosa serve per costruire una comunità della cura a Bucine❓

Da qualche mese 𝐸𝑠𝑠𝑒𝑟𝑐𝑖 sta provando a rispondere a queste domande parlando con le persone che vivono nel nostro territorio e raccontando le loro storie.

Per questo invitiamo tutte le organizzazioni attive sul territorio a contribuire a questo racconto collettivo 𝗚𝗜𝗢𝗩𝗘𝗗𝗜̀ 𝟮𝟲 𝗠𝗔𝗚𝗚𝗜𝗢 alle 𝗼𝗿𝗲 𝟭𝟴 presso 𝗶𝗹 𝗧𝗲𝗮𝘁𝗿𝗼 𝗱𝗶 𝗕𝘂𝗰𝗶𝗻𝗲.

Se non hai ancora visto i video del progetto guardali sul canale YouTube:

https://youtube.com/channel/UCkbup-22XmaejVYh288_8gw

Per informazioni: esserci.bucine@gmail.com

Oltre al sostegno del Comune di Bucine e di Regione Toscana, il progetto è promosso da: Misericordia di Ambra, Avis, Fratres, Associazione Radici, Contado solidale di San Leolino, coordinati nel Comitato per la Comunità della Cura, in collaborazione con la Cooperativa teatrale DIESIS Teatrango, Eros Regoli Videomaker, e Sociolab – Partecipazione e Ricerca Sociale. Ulteriori informazioni sulla pagina di Open Toscana  https://partecipa.toscana.it/web/esserci.-partecipazione-giovanile-e-primo-soccorso

Bucine progetti residenza artistica residenze artistiche teatro

PORTRAITS ON STAGE

SCELTI I FINALISTI DEL BANDO
PORTRAITS ON STAGE 2022
Sono stati resi noti i vincitori della seconda edizione del Bando Portraits on Stage, rivolto a progetti di spettacolo dal vivo dedicati al tema dell’arte figurativa ed elaborati da artisti o gruppi under 35

Il Bando Portraits on stage, giunto alla seconda edizione, si è chiuso lo scorso 10 marzo e ha visto una grande partecipazione con l’invio di numerosi progetti: sono circa 40 le proposte arrivate da giovani artisti e gruppi provenienti da tutta Italia che hanno presentato i loro studi inerenti il tema dell’arte.
I promotori, soddisfatti dell’alta qualità delle proposte arrivate, hanno selezionato tre vincitori:

– Progetto COLOREINFERNO: artisti spezzati dalla Grande Guerra del duo Fossick Project Per l’originalità della proposta, per la ricerca messa in campo, per le risonanze del tema nel contemporaneo, per la particolare tecnica indicata per la realizzazione dello storytelling, di cui si intuisce la capacità evocativa.

– Progetto Lo facevo anch’io della Compagnia Dittico Elalù Per aver immaginato di poter dare una risposta ironica, divertente, leggera e non saccente, a una delle frasi più stupide e nefaste che ancora accompagnano l’Arte Contemporanea. Un modo brillante per affrancarci (noi e il pubblico) dai luoghi comuni. Un promettente gioco scenico contro la banalità “

– Progetto Sinopia di Marco Pergallini e Maria Stella PitarresiPer la scelta di sviluppare un tema particolare attraverso il movimento, il corpo e lo spazio. Un gioco di intesa e di ricerca di unisono e ripetizione che va sempre più ad approfondire il concetto di principio, di “prima volta”. Due corpi insieme come inizio biblico di un’umanità, partendo dall’ispirazione di Masaccio e esplorando in modo nuovo.
Sono state individuati altresì due progetti meritevoli di menzione per l’originalità del linguaggio usato e la creatività del progetto proposto. 

MENZIONI SPECIALI·

Progetto Purgatori del Collettivo Est: Per l’originalità del linguaggio, contemporaneamente ironico e profondo e per la messa in gioco su un tema di difficile sviluppo come quello della pandemia, messo in relazione con i testi e le immagini del purgatorio di Dante in chiave nuova e attuale.

·Progetto Piccolo uomo grande mondo di Tommaso Lombardo: Per la cura nella ricerca, partendo dal racconto di se stesso arrivando a toccare tematiche comuni e per la scelta drammaturgica accompagnata dalla narrazione di immagini che seguono fluidamente l’evoluzione del protagonista, passando per molteplici forme artistiche da Salvador Dalì alla street art. 



Il bando è alla sua seconda edizione ed è promosso dalla Rete Interregionale Portraits on Stage, nata dalla messa a confronto di esperienze di compagnie teatrali e titolari di residenze artistiche che, spesso in collaborazione con Musei, Gallerie d’Arte, Accademie e siti culturali dei territori di riferimento, hanno dato vita a festival, produzioni, progetti articolati che mettono in primo piano il legame esistente tra Arte Drammatica e Arte Visiva.


Il Bando nasce dalla necessità sentita dai promotori di ampliare i propri orizzonti e di inglobare, nella programmazione delle loro iniziative, lavori di giovani realtà dedicati a questo particolare tema, quale sincera azione di ricerca e di scouting sul territorio nazionale.

Ai vincitori verrà offerta la possibilità di sviluppare il loro progetto attraverso l’assegnazione di una residenza, della durata minima di 7 giorni per un massimo di 15, nelle sedi messe a disposizione dai promotori: 

Laboratori Permanenti (Sansepolcro – AR);
Settimo Cielo (Arsoli– RM);
Teatri d’imbarco (Firenze);
Diesis Teatrango (Bucine -AR)
Uncategorized

SQUILIBRI – visioni di teatro sociale

Torna Squilibri, la rassegna di spettacoli di teatro sociale, che vede Diesis Teatrango in stretta collaborazione con il CIRCOLO AURORA di Arezzo.

Due appuntamenti ad aprile al Circolo Aurora (28 e 29/04/2022 ore 21:45) e uno a Bucine, il 17/06 per visioni sociali, sul sociale, con un occhio al teatro integrato

Il 28/04 Andrea Roselletti e Alessandro Grassi, attori del Laboratorio Permanente di Teatro Sociale presentano LA PACCHIA, testo originale

https://www.lanazione.it/arezzo/cronaca/amori-e-identita-violate-con-la-pacchia-di-roselletti-e-grassi-1.7609830

https://www.arezzonotizie.it/eventi/teatro/pacchia-scena-circolo-aurora.html

Il 29/04 Carlina Torta con Riccardo Tesi presenta A CERCARE INSIEME I FIORI, dalle opere di Clara Sereni

Il 17/06 STALKER TEATRO torna a Bucine con INCONTRI. 14 PASSI NELLE SCRITTURE

Uncategorized

“Esserci”

per costruire una comunità della cura: un progetto di video e teatro per il territorio di Bucine.

Si è tenuto lo scorso martedì 5 aprile al Teatro di Bucine l’evento di presentazione delle attività del progetto Esserci. Per costruire una comunità della cura.  Il progetto, promosso dal comune di Bucine con il co-finanziamento dell’Autorità Regionale della Partecipazione di Regione Toscana, vuole coinvolgere un numero crescente di residenti del territorio di Bucine e della Val d’Ambra in attività di promozione dei valori del primo soccorso, della solidarietà e dell’empatia, per una rinnovata cultura della cura e del vivere in comunità. Un obiettivo ambizioso, che in queste settimane viene raggiunto attraverso la pubblicazione di alcune video-testimonianze e di interventi di teatro sociale che vogliono valorizzare la creatività e le competenze diffuse tra i più giovani.

Proprio i giovani volontari della Misericordia di Ambra hanno già partecipato attivamente alle prime attività di co-progettazione di video e pièce teatrale, esplorando la complessità e le soddisfazioni della propria esperienza al servizio del prossimo. Al centro del racconto dei volontari non solo i fondamentali servizi di primo soccorso e manovre salva-vita ma anche le attività di trasporto sociale, il contrasto alla solitudine – la voglia e la prontezza di esserci per l’altro, di qualsiasi cosa abbia bisogno. A partire da queste esperienze è stata realizzata una serie di videointerviste a cittadini del territorio, in uscita sul canale Youtube di Esserci.

Sempre a queste esperienze si sono ispirate le attività dei ragazzi del laboratorio teatrale, che martedì hanno dato una dimostrazione mettendo in scena la comunità della cura, anche a partire da proposte del pubblico. Un bel punto di arrivo per gli sforzi di creazione dei partecipanti, ma anche un punto di partenza per continuare a coinvolgere un numero progressivo di persone sul territorio. Il laboratorio di teatro infatti, sostenuto dal progetto, è gratuito per i partecipanti ed aperto a chiunque voglia prendervi parte.

Si può partecipare il MARTEDì dalle ore 18:00 alle ore 20:00 sia sul palco sia come osservatori “attivi”

Per informazioni scrivere a: esserci.bucine@gmail.com

Oltre al sostegno del Comune di Bucine e di Regione Toscana, il progetto è promosso da: Misericordia di Ambra, Avis, Fratres, Associazione Radici, Contado solidale di San Leolino, coordinati nel Comitato per la Comunità della Cura, in collaborazione con la Cooperativa teatrale DIESIS Teatrango, Eros Regoli Videomaker, e Sociolab – Partecipazione e Ricerca Sociale.

Ulteriori informazioni sulla pagina di Open Toscana  https://partecipa.toscana.it/web/esserci.-partecipazione-giovanile-e-primo-soccorso

Uncategorized

AURORA IN SCENA –

(viva i presìdi culturali in Arezzo)

In collaborazione con il Circolo Aurora di Arezzo torna AuroraInScena 2022

L’intero mese di aprile all’insegna del teatro di narrazione

La decima edizione di AuroraInScena, curata dalla Compagnia Teatrale Diesis Teatrango e diretta da Barbara Petrucci, negli ultimi anni ha posto una particolare attenzione alle compagnie emergenti e alla drammaturgia contemporanea.  Gli appuntamenti in programma, a partire da giovedì 7 aprile, saranno dedicati al “femminile”.

La rassegna si apre con due giovani talenti del panorama nazionale, Chiara Cappelli e il suo Penelope Theme e Lara Gallo con il suo monologo autobiografico DoNnA.

Seguirà, quale evento straordinario, un workshop sull’ auto narrazione diretto dalla nota attrice fiorentina Anna Meacci e infine un’ospite d’eccezione, Carlina Torta, una delle figure più intense e poetiche del teatro italiano, magistralmente accompagnata dalle note di Riccardo Tesi e del suo magico organetto nello spettacolo “A cercare insieme i fiori” tratto dall’opera della scrittrice Clara Sereni. Lo spettacolo conclude “Squilibri” una sezione dedicata al teatro sociale che vede inoltre sul palco la performance “La Pacchia” scritta e interpretata da Andrea Roselletti e Alessandro Grassi, attori del Laboratorio Permanente di Teatro Sociale di Diesis Teatrango.

Il Circolo Aurora con questo evento si conferma uno spazio culturale innovativo, un luogo in cui il valore profondo delle arti diventa linguaggio aperto alla cittadinanza.

Ingresso Libero con tessera Arci
E’ necessario Super Green Pass e mascherina FFP2

è gradita la prenotazione

Per informazioni e prenotazioni: e-mail auroraufficiostampa@libero.it          info@diesisteatrango.it

Uncategorized

TEATRO DI BUCINE – STAGIONE 2021-2022 – 20/03/22 ORE 17:30 – COMPAGNIA DIESIS TEATRANGO – PIERINO E IL LUPO

in collaborazione con LA MAISON DELLA DANZA

Che succederebbe se tutta l’orchestra che dovrebbe interpretare l’opera Pierino e il Lupo improvvisamente non si presentasse in scena?

Se ci fossero solo un percussionista e un maestro d’orchestra? Si potrebbe fare? Oppure si dovrebbe rimandare?

E se la scena fosse invasa di animaletti che scorrazzano a passo di danza?

…CI SI INVENTA, ALLORA, COME SOLO IL TEATRO RIESCE A FARE, SPAZI FANTASTICI, PAESAGGI IMMAGINARI, GIOCHI ROCAMBOLESCHI FRA GLI ATTORI, CON IL PUBBLICO E CON BAMBINE E BAMBINI DANZANTI!

Pierino e il Lupo, dalle suggestioni di un’opera musicale verso il regno della fantasia, del divertimento.

Con la preziosa collaborazione de LA MAISON DELLA DANZA, in una occasione che unisce la Scuola di Teatro con la Scuola di Danza che abitualmente lavorano nel Teatro Comunale di Bucine.

Biglietti: € 8 adulti –  € 5 bambini fino ai 12 anni

Per informazioni e prenotazioni: e-mail info@diesisteatrango.it; cell. 3714130749 anche WhatsApp.

è gradita la prenotazione

Ingresso con super green pass e mascherina FFP2

www.diesisteatrango.it 

https://www.facebook.com/diesis.teatrale/    https://www.facebook.com/teatro.dibucinear/ info: 371.4130749 info@diesisteatrango.it amministrazione@diesisteatrango.it direzioneartistica@diesisteatrango.it DIESIS TEATRANGO – TEATRO COMUNALE DI BUCINE Questa e-mail viene inviata a tutti gli utenti che entrano personalmente in contatto con “Diesis Teatrango e Teatro Comunale di Bucine (AR)” in sintonia con le norme in vigore sulle privacy. Gli indirizzi e-mail sono stati reperiti attraverso fonti di pubblico dominio o attraverso e-mail da noi ricevute. Tutti i destinatari della mail sono in copia nascosta a garanzia della privacy. Può succedere che il messaggio pervenga anche a persone non interessate: in tal caso vi preghiamo di segnalarcelo rispondendo CANCELLATEMI a questa mail, precisando l’indirizzo che vorrete immediatamente rimosso dalla mailing list

Uncategorized

BENVENUTO MARZO AL TEATRO DI BUCINE

DOMENICA 06 MARZO, ore 17:30A CERCARE INSIEME I FIORI

…dopo una sequenza di tre appuntamenti – un tris d’assi! – che hanno coinvolto adulti e bambini e che ci hanno regalato emozioni e bellezza, magia dell’ascolto e dello sguardo, aspettiamo per la poesia delle parole, del racconto e dei suoni di due grandi interpreti del teatro e della musica

CARLINA TORTA  e  RICCARDO TESI

(dopo aver calato un tris d’assi a febbraio, scopriamo oggi che il poker lo facciamo con un asso di FIORI!)

… sulle parole di CLARA SERENI

scrittrice scomparsa il 25 luglio del 2018, tratte da alcuni suoi libri, Casalinghitudine, Manicomio Primavera, Il lupo mercante, Mi riguarda, Eppure, Il gioco dei Regni, Taccuino di un’ultimista, Via Ripetta 155, CARLINA TORTA, accompagnata dalle note di RICCARDO TESI, ci conduce sul filo della vita della scrittrice, fatta di continua ricerca, di passione politica, di sperimentazione, di consapevolezza femminile e femminista, recuperando la “lingua perduta delle donne”, scegliendo l’ottica delle donne: l’infanzia con nonna Alfonsa che rappresenta la tradizione ebraica e con la dolcissima e poetica zia Ermelinda; il conflittuale rapporto col padre, Emilio Sereni, noto uomo politico, storico e senatore comunista; la sua militanza politica assieme al compagno e poi marito Massimo, la maternità, fatta di difficoltà e fatica con un figlio malato, schizofrenico, ma anche di grande gioia e speranza. 

I suoi libri rispecchiano la sua passione civile e il quotidiano vivere di una donna «… che ha speso gran parte della sua esistenza al servizio della comunità e delle persone più svantaggiate» come l’ha definita il presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel suo messaggio di cordoglio.

Biglietti: 12€ intero; 10€ ridotto di legge; € 8 studenti e associazioni del territorio: € 5 bambini fino ai 12 anni

Per informazioni e prenotazioni: e-mail info@diesisteatrango.it; cell. 3714130749 anche WhatsApp.

è gradita la prenotazione

Ingresso con super green pass e mascherina FFP2

-- 
www.diesisteatrango.it 
Uncategorized

UN FEBBRAIO RICCO DI EMOZIONI TRA MUSICA, TEATRO DI NARRAZIONE E DANZA.

Dopo alcune settimane di chiusura a causa dell’aggravarsi della situazione Covid-19, siamo pronti ad accogliervi di nuovo al Teatro di Bucine con tre spettacoli imperdibili:

musica, teatro e danza

Sabato 12 Febbraio alle ore 21.15  “Sempre Musicanti”

Musicanti del Piccolo Borgo, formazione storica della ricerca musicale in ambito etnico-popolare nella loro nuova veste: Marna Fumarola, Silvio Trotta, Mauro Bassano, Alessandro Bruni e Christian Di Fiore. I “Musicanti del Piccolo Borgo” propongono il loro concerto con musiche tradizionali dell’Italia centromeridionale, dagli stornelli alle ninne nanne, dai saltarelli ai canti d’amore e di lavoro.

In collaborazione con Circolo Aurora di Arezzo, in occasione della XXV edizione del Festival Pifferi, Muse, Zampogne

  • Biglietti: 12€ INTERO; 10€ RIDOTTO DI LEGGE; 8€ RIDOTTO ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO E STUDENTI; 5€ BAMBINI –

***

Domenica 20 Febbraio alle ore 17:30   uno dei grandi interpreti del teatro di narrazione italiano:  

Mario Perrotta in “Manuale di sopravvivenza”.

Mario Perrotta è fra i maestri italiani del teatro di narrazione, finalista nel 2019 al Premio Ubu con il testo “In nome del padre” e vincitore nel 2015 dello stesso premio come miglior progetto artistico e organizzativo per il Progetto Ligabue. Con questo spettacolo Perrotta dà voce e corpo a “Terra matta” di Vincenzo Rabito: le memorie di un cantoniere semianalfabeta che attraversano un intero secolo dalla fine dell’Ottocento al boom economico degli anni ’60. Un’ora e mezzo in cui lo spettatore è calato in una vicenda, col sorriso sulle labbra, e spinto dalla curiosità degli accadimenti,

dove l’immaginazione galoppa dietro alle parole.

  • Biglietti: 12€ INTERO; 10€ RIDOTTO DI LEGGE; 8€ RIDOTTO ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO E STUDENTI; 5€ BAMBINI –

***

Domenica 27 Febbraio alle ore 17.30, entreremo a piccoli passi nel mondo della danza con la Compagnia Twain Physical Dance Theatre in

“Little Something”

…uno spettacolo per tutta la famiglia, indicato anche per bambini (dai 6 anni)

un affascinante spettacolo

con coreografie e regia curate da Loredana Parrella e con i giovani danzatori Caroline Loiseau, Yoris Petrillo, Jessica Masi, Romano Vellucci e la voce di Enea Tomei.

Una suggestiva opera di danza contemporanea tratta dal racconto di Francois Garagnon rivolta a tutti, anche ad un pubblico di piccoli spettatori (dai 6 anni), dove si racconta il viaggio di una ragazzina nella metropolitana di Parigi. Nuovi personaggi ed incontri accompagneranno la protagonista nella propria crescita e lo spettatore nella comprensione che ciascuno di noi inizialmente è una piccola cosa: un little something, appunto!

  • Biglietti: 8€ INTERO; 5€ BAMBINI FINO AI 12 ANNI  –

Per informazioni e prenotazioni: e-mail info@diesisteatrango.it; cell. 3714130749 anche WhatsApp.

Per tutti gli spettacoli è gradita la prenotazione

L’accesso in sala è consentito con Super Green Pass e mascherina FFP2

Uncategorized

IL POPOLO PERFETTO – TE.CA. TEATRO CASSANESE 29/02/2022

In occasione delle commemorazioni della liberazione del campo di concentramento di Auschwitz, GIORNATA DELLA MEMORIA, il progetto / spettacolo IL POPOLO PERFETTO del Laboratorio Permanente di Teatro Sociale è stato portato a Cassano d’Adda, presso il Teatro TE.CA. gestito da ILINX

Nella splendida cornice del teatro, con la gentilezza e disponibilità di Ilinx, abbiamo portato il nostro racconto sul progetto AKTION T4, l’abominevole idea di creare un popolo perfetto annichilendo le diversità fisiche e psichiche, di segregare, sterilizzare e uccidere le persone diverse, partendo dalle persone con disabilità.

Sul palco, gli attori e le attrici del LPTS, hanno portato i loro testi, inframmezzati da filmati storici, le loro riflessioni, le loro osservazioni sulla realtà umana e sociale, non solo sulla Germania di Hitler, ma anche sulla situazione attuale, perché la negazione del diritto alla diversità è ancora terribilmente reale. Ogni parola ha un occhio sul passato e uno sul presente.

Alla fine, un applauso lungo, emozionante, emozionato, ha sciolto la sala e il palco. Una emozione enorme per tutti.

Dedichiamo lo spettacolo a chi c’era, a chi non c’era, a chi non poteva esserci ed era presente in video e in voce, a chi ci ha lasciato il racconto della tragedia nazi-fascista, a chi continua a raccontarla.

Non possiamo che ringraziare chi ci ha voluto per commemorare con tutte le nostre diversità le persone che per diversità hanno subito l’indicibile, non possiamo che ringraziare ILINX per averci voluti e coccolati.

Il Laboratorio Permanente di Teatro Sociale riparte il 19/02 con un nuovo progetto per una strada che ci arricchisce di comprensione, condivisione, emozione, empatia.

Volete essere dei nostri?

FORZA! RESISTENZA! inclusione sociale laboratorio permanente laboratorio permanente di teatro sociale per adulti per bambini e adulti per bambini e ragazzi Performance progetti teatro a scuola teatro sociale

UNA PIAZZA CHE PARLA – NATIVITA’

SAN GIOVANNI VALDARNO – Casa della Cultura Palomar 18/12/2021

Si è tenuto il giorno 18/12/2021 l’esito finale del progetto UNA PIAZZA CHE PARLA – NATIVITA’ di Diesis Teatrango e sostenuto da Fondazione CRFirenze.

Il progetto ha voluto portare una contaminazione artistica tra il Laboratorio Permanente di Teatro Sociale (LPTS), gruppi di ragazzi e ragazze dei progetti di inclusione della Cooperativa Sociale GIOVANI VALDARNO e studentesse e studenti delle scuole Isis B. Varchi di Montevarchi (classe 3PSS – sociosanitario coordinata dalle prof.sse Paola Trenti e Annalisa Peschierotti) e Licei Giovanni da San Giovanni – Scienze Umane (classe 1B coordinata dal prof Iacopo Cigolini).

Con studenti e studentesse si è lavorato in presenza per comporre testi, poetici e in prosa, che scandagliassero le sensazioni personali, partendo dal tema Natività, inteso come nascita, rinascita, espressione libera di voci, le più intime delle e degli adolescenti in un periodo in cui proveniamo da forti chiusure fisiche e psicologiche; un’immersione nel fare creativo attraverso la loro scrittura poetica, le loro voci e narrazioni non necessariamente verbali ma anche gestuali, sonore. Ne sono venute fuori due tipologie fondamentali: brevi testi in prosa che hanno evidenziato il senso di ansia che provano i ragazzi e le ragazze nel rapportarsi alle varie vicende della vita, ma anche la forza che riescono a tirare fuori, l’importanza dell’amicizia, della vicinanza, del sentirsi membri della società, e testi poetici, più eterogenei, ma ugualmente pieni della rivendicazione del proprio io di adolescenti che si affacciano alla società con aspettative, voglia di fare, di contribuire

In collaborazione con l’Amministrazione Comunale di San Giovanni Valdarno si è concordato di presentare al pubblico durante il periodo natalizio l’esito del progetto, all’interno della nuova Casa della Cultura PALOMAR, un battesimo artistico per un luogo cui auguriamo lunghissima vita e massimo rispetto da parte di chi verrà, perché deputato alla crescita civile e sociale di nuove generazioni e alla trasmissione di valori da parte delle più grandi. Palomar è stata una ambientazione splendida, una cornice raffinata e popolare per il progetto.

Si sono avvicendati in un percorso di espressività ed esposizione sonora, poetica, espressiva studenti e studentesse, ragazzi dei progetti di inclusione sociale, attori e attrici del LPTS, in un intreccio di voci, azioni sceniche, sonorizzazioni, che hanno portato alla luce e al pubblico, interessato e partecipante, l’emozione dell’esserci, del condividere, del sentire le voci più personali degli e delle adolescenti, di vedere come nella unione di espressioni diverse tutte si esaltano e nessuna è penalizzata.

La ricchezza della natività è anche questo, respirare a pieni polmoni tutta l’aria e gridare forte la propria presenza e la propria voglia di vivere.

ARTICOLO E FOTO