Mostra: 1 - 10 of 65 RISULTATI
Uncategorized

ODISSEA: UN’EPICA POPOLARE

TRADURRE E’ TRADIRE così ci dissero a lezione. Tradurre è interpretare e l’interpretazione arricchirà di sfumature nuove e diverse, che ognuno porterà con la propria sensibilità, alla storia che si appresta a tradurre.

Tradìto e tràdito derivano dalla stessa voce del latino, tradĕre, e significano uno falsato, ingannato, cambiato, l’altro consegnato, tramandato e l’attore fa questo, raccoglie il testo, lo “falsifica” e lo tramanda.

L’Odissea, come tutte le opere di “scrittura collettiva” derivanti dalla tradizione orale e scritte solo successivamente, è stata tramandata e tradìta migliaia di volte, ha riunito in sé storie diverse, ha unito popolazioni e racconti, solo alla fine ha avuto una definizione “univoca” disponendo le storie in un ordine, con personaggi con un nome riconoscibile, riunendo tutte le sfaccettature della tradizione orale (basti immaginare solo Penelope nella voce di un uomo o di una donna quante differenze può avere…).

L’Odissea è la storia del ritorno di Odisseo ad Itaca, dopo la guerra di Troia, che aveva risolto con il famoso stratagemma del cavallo (ma fu un cavallo?). Tutti tornarono nelle loro città in tempi ragionevoli, eroi e non eroi, solo Odisseo, partito con 12 navi e 720 persone di equipaggio, torna solo, misero, sbattuto, ritrovando la casa invasa da “pretendenti” (proci, da procus, pretendente…) della moglie, la regina Penelope.

Magari era solo una storia così, senza pretese di altri significati: Odisseo era davvero Odisseo, Penelope la moglie e gli altri e le altre personaggi che erano solo personaggi, solo la storia di un ritorno a casa, ma nell’essere tramandata, tràdita, può essere stata tradìta cercando altri significati, altre storie dentro la storia, e fino ad oggi, ancor più con l’arrivo della psicanalisi, si sono interpretate ulteriormente alcune posizioni del pensiero e delle figure narrate.

In un periodo di “fermo obbligato in casa” in cui spesso la “casa” non è neanche più il porto accogliente in cui arrivare ma una specie di galera estranea ed estraniante, in cui i viaggi non sono ammessi se non all’interno di sé stessi, in una analisi e scoperta di “mostri crudeli” e “sensuali maghe e dee”, di “inferni pieni di morti”, l’Odissea sembra volerci parlare ancora, per riallineare la nostra storia.

Diesis Teatrango ha deciso di dedicare il 2021 all’Odissea e lo fa con il lavoro nelle scuole, attraverso i Laboratori e la Scuola di Teatro, con la produzioni di spettacoli ed eventi.

Ovviamente, nelle condizioni attuali, stiamo sperimentando, nelle scuole e nei laboratori, anche con risultati che ci stupiscono, forme essenziali per lavorare con i linguaggi del teatro, “da remoto”, per drammaturgie nuove, che possano sfruttare il digitale, moderno, per parlare e aprire nuovi orizzonti partendo dal classico. Il quadratino, spazio in cui ci vediamo e siamo rinchiusi, è la proiezione del luogo (casa, stanza, ufficio, aula) dove elaboriamo creativamente le relazioni e che richiede la messa in gioco personale e professionale per creare nuove regole, perché la presenza sia piena come quella che richiede il lavoro teatrale. Arriveremo alle nostre Itaca anche così.

UN’EPICA POPOLARE: 2021 ODISSEA

Uncategorized

TRACCE DI FANTASIA – un omaggio a Gianni Rodari 13/02/2021

la Compagnia Diesis Teatrango, in collaborazione con Museo Cassero per la Scultura e Comune di Montevarchi, è lieta di offrire la partecipazione al Laboratorio Spettacolo, in streaming su www.ilsonar.it al link:

https://www.ilsonar.it/live.php?azione=evento&evento=live_6355_601d2a4da30ce

L’evento è gratuito

Un omaggio a Gianni Rodari, 
per bambini e adulti che vogliano riscoprire la divertente profondità del gioco “di raccontare storie”. Un evento che nasce sui racconti dello scrittore, passa dal palco di un teatro alle statue di un museo incontrando alcuni dei tanti bellissimi disegni realizzati dagli alunni delle scuole primarie di Bucine e della scuola Don Milani di Montevarchi che hanno partecipato ad un progetto di laboratorio online proprio su Gianni Rodari.  Gli attori saltano letteralmente da un luogo all’altro a rincorrere storie, acchiapparle e trasformarle in parole da ascoltare e gesti da osservare, in un gioco – spettacolo condito di fantasia.
Con: Alexandru Andries, Rosanna Codolo, Claudio Fuccini, Anna Rossi

e, a seguire, sarà attivato un laboratorio con i bambini dove metteremo “in moto” la possibilità di creare mondi fantastici! al link:

https://meet.google.com/kon-yrog-crk

Ideazione: Piero Cherici, Filippo Mugnai
Editing video: Filippo Mugnai

Uncategorized

17-01-2021 VOCI E PAGINE DA UN TEATRO

Per la Giornata di Resilienza Civile del Teatro e dello Spettatore abbiamo seguito l’invito degli amici di Chille della Balanza di Firenze

ARAPE CHELLA PORTA (apri quella porta!)

e abbiamo aperto le porte del teatro di Bucine, perché abbiamo il desiderio di rientrare, attori e spettatori, nel rispetto di tutte le regole sanitarie, anche uno alla volta, perché dentro i teatri c’è vita, c’è sempre stata e sempre ci sarà, perché è nei teatri che vivono i nostri doppi, le anime che si cercano per stare bene dentro e fuori nel mondo.

Seguite oggi pomeriggio alle 17:30 il video su facebook.com/teatro.dibucinear

Il teatro è un luogo sano, sempre, anche in tempi di COVID. Il teatro è una possibile terapia, un vaccino alle derive incivili del mondo e dell’uomo.

Abbiamo il desiderio di riaprire le porte per riaprirci all’esterno, dopo un periodo di chiusura dovuta all’emergenza sanitaria. Sappiamo come tutelarci e tutelare i nostri spettatori.

Uncategorized

Bucine: “Fuori Palco”, rassegna online con musica, prosa e laboratori

Articolo di Maria Rosa Di Termine15 Gennaio 20210256 da valdarno24.it

Bucine: “Fuori Palco”, rassegna online con musica, prosa e laboratori

Musica, prosa e laboratori in streaming. E’ “Fuori Palco” la rassegna online proposta da Diesis Teatrango e dal Teatro di Bucine, in collaborazione con il Comune di Bucine e la Rete Teatrale Aretina.


Si comincia domenica 17 gennaio alle 17.30 con “Voci e Pagine da un Teatro”, un progetto realizzato con la Scuola di Teatro in occasione della Giornata di Resilienza Civile del Teatro e dello Spettatore promossa dalla compagnia fiorentina Chille della Balanza. Un viaggio attraverso l’occhio della videocamera alla ricerca del teatro, degli artisti e degli spettatori.

Il 27 gennaio, Giornata della Memoria, alle 21.15, sarà la volta di “Vita Segnata” della compagnia Ilinx Teatro di Inzago (MI). Nasce come composizione a due voci, di Nicolas Ceruti accompagnata dalla musica di Mattia Airoldi a partire dal Manifesto della Razza del 1939 e dai ricordi vivi e intensi che si trovano in “Una Vita Segnata” di Goti Bauer, testimonianze di chi si è trovato a vivere uno dei periodi più oscuri e drammatici della storia.

Per i più piccoli il 13 febbraio alle 16.30 “Tracce di Fantasia”, laboratorio spettacolo dedicato a Gianni Rodari, in collaborazione con il “Cassero per la scultura” di Montevarchi. Gli allievi della Scuola di Teatro Alexandru Andries, Rosanna Codolo, Claudio Fuccini e Anna Rossi, con la regia di Piero Cherici e Filippo Mugnai, interpreteranno alcune delle più famose favole e filastrocche dello scrittore tra le opere del museo civico.


Sabato 20 febbraio, alle 21.15, Stefan Rolsmair, compositore e musicista, sarà il protagonista di “Terra”, un concerto di musica elettronica “alla scoperta di tonalità contemporanee e suggestioni evocative”.
La rassegna si concluderà sabato 

6 marzo alle 16.30 con l’appuntamento per ragazzi “Legomagic” di e con Filippo Mugnai, un viaggio nel magico mondo di Harry Potter con i colori e le forme dei noti mattoncini in formato gigante.

Gli eventi saranno visibili sul sito www.ilsonar.it e comunicati sulla pagina Facebook Teatro di Bucine AR.

Uncategorized

24/12/20 – PALCHI DI NATALE – i nostri migliori auguri

Gli artisti e tutti coloro che avrebbero collaborato alla stagione teatrale 2020/2021, ci hanno inviato un breve video di auguri!

…gli artisti della stagione, il Comune di Bucine, Diesis Teatrango, l’Istituto Comprensivo di Bucine, le Associazioni che collaborano con il teatro
e tutta la comunità degli spettatori,
vi augurano un Buon Natale!

GIOVEDì 24 DICEMBRE alle ore 18:00 IN STREAMING sui nostri canali social

https://www.facebook.com/teatro.dibucinear

https://www.facebook.com/diesis.teatrale

attraverso  https://www.ilsonar.it/


SE I TEATRI SONO CHIUSI CERCHIAMO PORTE DA APRIRE

Gli spettacoli sono sospesi ma in teatro le attività non si fermano!  Anche se chiuso al pubblico come tutti i teatri, il teatro di Bucine continua a programmare, progettare, immaginare prospettive; e così si attivano spazi virtuali e laboratori online, si scrivono progetti, si costruiscono spettacoli, si creano spazi per residenze artistiche dove attori, registi, tecnici continuano a lavorare! Proviamo a superare anche i confini delle parole: sappiamo che quando parliamo di fare teatro, parliamo di altro ma allo stesso tempo, in questo momento, siamo in ascolto di quello che ci sta intorno e tentiamo nuovi progetti comunicativi e contenuti rinnovati, siamo attenti ai bisogni della comunità fatta di spettatori, artisti, cittadini, con il desiderio e la volontà di continuare a tessere relazioni con bambini, adulti, con la scuola, con il sociale. Stiamo sperimentando laboratori virtuali per continuare a percorrere le strade affascinanti della drammaturgia, la conoscenza dei testi teatrali, lo studio di tecniche espressive; ambienti generati al computer in cui i bambini si incontrano per scoprire insieme “Le storie magiche dei boschi” attraverso suoni, parole e colori.

Diesis Teatrango e il Teatro di Bucine realizzano proprio in questi giorni con i bambini delle scuole elementari dell’Istituto Comprensivo di Bucine due importanti progetti, attualmente su piattaforme digitali: “L’orchestra della fantasia” e “Memorie”. Il primo è un viaggio tra le favole e le poesie di Gianni Rodari e il secondo un percorso dove gli alunni delle classi quinte si relazionano con la realtà di tutte le guerre, viste attraverso gli occhi di due grandi poeti del Novecento, Marinetti e Quasimodo. E così in altre scuole del territorio, progetti dove in spazi virtuali cerchiamo relazioni, facendo in modo che non basti “un click” ma si coltivi la necessità di uno sguardo e la possibilità di uno spazio creativo inclusivo.

 E non potevamo in questo periodo non rivolgere un saluto e un augurio a tutto il nostro pubblico, a tutti i cittadini di Bucine e agli artisti, le associazioni con cui collaboriamo, le scuole che avrebbero dovuto essere con noi durante questo inverno e che accoglieremo di nuovo non appena sarà possibile: li abbiamo riuniti tutti insieme in un video per un saluto e un augurio nello spazio virtuale della piattaforma www.ilsonar.it. Un augurio di Diesis Teatrango, dell’Amministrazione Comunale di Bucine e del Teatro di Bucine.

 La sfida è adesso accogliere il pubblico, quello che è sempre entrato a teatro e quello che ancora sta aspettando di entrare, invitandolo con noi in altre stanze, tramite gli strumenti che le tecnologie e la nostra creatività ci mettono a disposizione. Siamo al lavoro e vi daremo comunicazione di volta in volta dei nuovi appuntamenti. Intanto vi aspettiamo per gli auguri,

Performance

5^ GIORNATA A PIAN D’ALBERO

Anche quest’anno il Circolo Arci INCISA organizza la giornata a Pian d’Albero, aperta a tutte e tutti.

Nella locandina trovate il programma della giornata: per chi non c’è mai stato può essere l’occasione giusta per una bella (e impegnativa) passeggiata nella splendida natura autunnale, per chi conosce il posto una piacevole opportunità per tornare.

Per chi è impossibilitato a camminare, abbiamo a disposizione un servizio navetta.

Pranzo offerto dal Circolo Arci.

Il pomeriggio Diesis Teatrango ci intratterrà con la lettura di poesie e brani e racconti di Gianni Rodari, che quest’anno avrebbe compiuto 100 anni, educatore, maestro, partigiano (perché la cultura italiana – per quanto quegli altri dicano non sia così – è stata partigiana!).

Un motivo in più per affrontare la salita della montagna con i bambini.

In caso di maltempo, informatevi ai numeri di telefono indicati sulla possibilità di partecipare alla giorno.

Performance

DIESIS TEATRANGO A POETICAURORA

GIOVEDI’ 01 / 10 ore 21:30
STAGIONALIA – BALLATE D’AUTUNNO
con ANDREA ROSELLETTI E FILIPPO MUGNAI

Terzo appuntamento di PoeticAurora con gli attori Andrea Roselletti e Filippo Mugnai entrambi della Compagnia Diesis Teatrango che leggeranno poesie di Roselletti e di autori famosi sul tema dell’autunno.
L’autunno esplode in colori caldi nelle foglie morte. Quale migliore sintesi della bellezza dell’autunno? Nessuna stagione è così ricca di suggestioni. In primavera le gemme che nascono non fanno rumore, in autunno le foglie morte crepitano di voci nascoste.
Nella poesia, che sia di autori famosi o no, l’autunno è variegato: è gioia, è tristezza, è contemplazione di quello che è stato e speranza di ciò che sarà. 

Ingresso libero con tessera ARCI

DALLO SPETTACOLO “IL POPOLO PERFETTO”
scuola di teatro

RIPRENDONO I LABORATORI DI TEATRO DI DIESIS TEATRANGO

Riprendiamo col teatro, riprendiamoci il teatro.

Sono aperte le iscrizioni ai corsi di teatro Diesis Teatrango.

Li faremo come sempre mettendo al centro le persone e la loro salute, con tutte le precauzioni, perché il teatro è una cura dell’anima e non può e non deve fare male al corpo.

Chiamateci per informazioni: se non rispondiamo subito, vi richiameremo quanto prima.

per bambini e adulti Performance

19-08-2020 DOPPIO APPUNTAMENTO AL CIRCOLO AURORA di AREZZO: CARILLON DI FIABE E ORCHESTRA DELLA FANTASIA

Doppio appuntamento il giorno 19/08 con Diesis Teatrango al Circolo Aurora di Arezzo, Piazza Sant’Agostino.

Ore 18:30 Carillon di fiabe, per i più piccoli e per gli adulti che vogliano tornare bambini. Con Filippo Mugnai e Piero Cherici.

Ore 22:00 Orchestra della Fantasia, omaggio a Gianni Rodari, per i più grandi, grandicelli e anche per i bambini. Una produzione Diesis Teatrango e Materiali Sonori, Festival Orientoccidente con Orio Odori, Stefano Batelli, Giampiero Bigazzi, Barbara Petrucci e Piero Cherici.

Ingresso gratuito.

Informazioni: auroraufficiostampa@libero.it